Tutta colpa dei protestanti

A guardar Superquark, seppur di sguincio, c’è sempre da imparare.

E così stasera ho imparato che la Santa Inquisizione non era poi così inquisitoria.
E che gli strumenti di tortura non le appartenevano.

Un’invenzione dei protestanti, dice l’esperto intervenuto*.
Ché ‘sti cattivoni ereticizzanti, ce l’avevano tanto con la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, le sue istituzioni e i suoi tribunali, da inventarsi barbarie di ogni genere e tipo.

E i vari marchingegni esposti nei musei della tortura sparsi in giro per il mondo, sarebbero dei falsi per turisti creduloni.

Me lo vedo Giordano Bruno che si butta sua sponte sul rogo in Campo de’ Fiori. Forse pensava che fosse una messinscena del mago Silvan.
E Ginevra Chemola? Che dir di quella sciocchina che pensava che un ristorante dedicato valesse bene un falò?

Tutta colpa dei protestanti.
Del resto anche i lager nazisti sarebbero un’invenzione degli americani.
Protestanti pure loro.

Nel frattempo penitenziagite…

* non chiedetemi chi fosse… l’ho detto che guardavo di sguincio!

Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

2 reazioni a Tutta colpa dei protestanti

  1. Sereneeta ha scritto:

    Toh guarda, l’avevo sentito anche io di sguincio (e da protestante mi ero blandamente stranita, ma insomma è Superquark via…).
    Però io la sapevo diversa: la Santa Inquisizione in realtà non avrebbe ucciso quasi nessuno, magari torturava un pochetto ma poi si limitava a consegnare i disgraziati alla giustizia secolare, e quelli li ammazzavano, la Chiesa ‘un c’entra nulla..
    Insomma, in una saggia gestione i lavori sporchi vanno subappaltati, no?

  2. Asended ha scritto:

    Scusa, ma per caso il conduttore aveva un marcato accento bavarese?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>