Strage eugenetica

Ferrara si riempie la bocca con la frase “strage eugenetica”….

E io ripenso a mia sorella, alla sua seconda gravidanza interrotta alla 22ma settimana, dopo l’ecografia morfologica che diagnostico’ alla sua bambina nanismo tanatoforo, idrocefalo, spina bifida.

Ripenso al dolore di mia sorella, alle sue mani posate sulla pancia, le lacrime che cadevano su quelle mani posate con delicatezza su quella bimba tanto voluta, di cui iniziava ad avvertire i primi movimenti.

Ripenso a lei seduta al tavolo della cucina, che si alza, va al frigo e tira fuori la bottiglia della vodka. Ripenso a me che le dico dai, non bere, e lei con un sorriso amaro tra le lacrime “perchè? perchè fa male alla bambina?”

Ripenso a due ginecologi che le hanno detto che assolutamente doveva interrompere la gravidanza “ma non con me, signora, io sono obiettore…”

Ripenso a quando l’ho vista scomparire dietro il vetro della porta del reparto di ginecologia, la sua schiena minuta, un po’ curva, ripenso alla sua andatura un po’ ondeggiante da donna incinta.

Ripenso a tutto questo ogni volta che vado a casa sua e vedo l’albero di mimosa che ha piantato in giardino con le sue mani, pochi giorni dopo l’aborto, per la sua bimba mai nata. La bimba che avrebbe chiamato come l’eroina di un romanzo avventuroso, che avevamo letto entrambe.

Strage eugenetica.

Dio maledica Giuliano Ferrara.

m.

I numeri della strage eugenetica paventata da Giuliano Ferrara sono quantomeno risibili: 3585 aborti terapeutici di cui 929 oltre la ventesima settimana (dati relativi all’anno 2005).
Giusto per sapere di cosa sta parlando.