Cesare vuole una sorellina

Cesare da qualche tempo chiede a bruciapelo una sorellina. Incurante di obiezioni di ordine pratico tipo

– dove la mettiamo?
– qui in mezzo (indica lo spazio fra i due letti a castello)

da oggi dribbla anche quelle di tipo deterministico:

– e se viene un fratellino?
– non ho mai avuto un fratellino che cresce così in alto

e quelle di tipo relazionale:

– ma hai già Ulisse
– sì ma una sorellina forse non morde