Il carrello delle merende di cappuccetto rosso

Una delle cose più belle del raccontare le favole (anzi sempre la stessa favola) della buonanotte è dare carta bianca alla fantasia dell’infante nei punti non specificati dall’autore. Anzi quella carta bianca dopo un po’ l’infante se la prende.

Così fu che dopo vari mesi di Cappuccetto Rosso che si incammina per il sentiero del bosco con il cestino delle merende per la nonna, Cesare ha cominciato a chiedere cosa c’era in quel benedetto cestino. In realtà lo chiede a sé medesimo e si da pure la risposta, per la gioia di Marzullo.

Da qualche sera l’elenco si è stabilizzato più o meno su questa lista:

  • una bottiglia di latte
  • una fragola
  • un panino
  • un hamburger
  • delle patatine
  • un cocomero
  • una salsiccia
  • e un pezzo sceltissimo di carne

Sì, ho fatto anch’io la faccia che state facendo voi.