Il bello del secondo figlio

Amore fraterno 2
Il bello del secondo figlio è che sai già cosa ti aspetta.
Le notti insonni, le urla da fame, le colichette.
Lo sai già.

Quello che non puoi sapere è l’emozione che ti prende allo stomaco quando vedi il grande con il suo fratellino.
Perché nemmeno il grande è grande davvero.
Eppure lo è. E, soprattutto, sente di esserlo.

E’ indescrivibile la dolcezza che alberga nei suoi occhi quando guarda il fratellino. Quando lo vuole prendere in braccio. Quando lo vuole consolare da ogni pianto.

E ancor più indescrivibile è il sorriso che alberga nei miei quando, una volta che ritiene assolta la sua funzione di fratello maggiore, gli dice ciao Ulissino, io vado a vedere il mago.

Consiglio a tutti il secondo figlio. Senza farsi spaventare dall’idea della fatica, delle difficoltà organizzative o dei soldi che mancano sempre.
Perché, come ho detto qualche tempo fa alle mi donne per quanto riguarda i casini, la stanchezza e le sfighe two is ugual che one

61 Responses to Il bello del secondo figlio

  1. Per Simona: mi dispiace tantissimo per quello che ti è successo, di sicuro tuo marito non si è sentito sollevato anzi secondo me ha sofferto tanto anche lui ancora di più nel vedere soffrire te e secondo me ha paura che si presenti ancora una sofferenza così… pensa che mio marito quando eravamo in sala parto mentre stava per nascere la mia bambina ha esclamato vedendomi soffrire: basta non cerchiamo il secondo perchè vederti così è atroce per me, loro sono uomini gli manca un po’ di sensibilità a me fanno quasi tenerezza quando dimostrano la loro ingenuità sembrano bambini certe volte, non prenderla così pensa a questo… un abbraccio!

  2. Eccomi di nuovo qui dopo un anno dal mio 1° messaggio. Qualche gg dopo avervi scritto scoprii di aspettare un bimbo ma purtroppo l’ho perso per la seconda volta e ad oggi la mia pulce che tra poco compirà 4 anni è ancora sola! Perchè…? Non ci credereste ma ora che ho trovato un lavoro stabile (che lo scorso anno non avevo e cercavo disperatamente), per cui economicamente sarei più tranquilla (premetto che il mio stipendio è l’unico su cui poter contare veramente) sono terrorizzata all’idea di dare un fratellino alla mia pulce, sempre prevalentemente per problemi economici (a lei posso garantire un futuro -studi-vestiti-viaggi ), ho due nonni disponibili ma non penso sia giusto far affidamento su di loro e impegnarli tutti i pomeriggi (cerco di fare gli straordinari x qualche centinaio di ero in più) e gestire due cuccioli di età diverse non mi sembra facilissimo. Dovrei tornare dopo 5 mesi al lavoro perchè non posso permettermi l’aspettativa…ma è giusto? La famiglia numerosa è sempre stato il mio sogno (sono figlia unica) e anche se già ora sono stressata un fagottino dentro di me lo desidero ma poi razionalmente caccio via l’idea. Sarà che non sono disposta a fare sacrifici, sarà che vorrei poter dare ai miei figli tutto quello che ho avuto io…non lo so….sono combsttuta! Aiutatemi vi prego!

  3. Consuelo, la razionalità è sempre in conflitto col cuore, io nonostante tutto ascolto sempre il mio cuore perchè solo così ho capito che si può essere felici, non riuscirei a vivere soffocando i miei desideri, i miei sogni a costo di fare sacrifici, poi più ci pensi peggio è, nella vita ho imparato che bisogna un po’ buttarsi altrimenti non si conclude niente. Ho anch’io una bambina ed ora sto cercando il secondo, nonostante tutti i vari problemi: economici, stress, tempo, ecc… ho letto tante testimonianze di donne che dicono di ascoltare il cuore, di donne che si sono pentite di aver avuto un solo figlio, poi io lo desidero talmente tanto che se la natura mi concede il dono di una seconda e ultima maternità mi sentirò realizzata, perchè sento che mi manca prorpio questo: un altro figlio per essere completa. Fossi in te lo cercherei… ti faccio tanti auguri, un abbraccio

  4. Ciao , sono felice di avere trovato testimonianze così belle… io ho una bimba di 22 mesi e sono alla 5 settimana di gravidanza. Questo bimbo/a è stato una sorpresa ( si voleva aspettare ancora un’po’ visto che tuttora dormiamo pochissimo…) dopo lo stupore iniziale è arrivata la felicità ma anche qualche paura… Avrò le forze necessarie? mio marito va al lavoro al mattino presto e torna la sera non prima delle otto.. Beh… C’è il nido al mattino per la mia principessa, e la suocera o la mamma se qualche volta avrò bisogno… credo proprio che se quest’anima ha scelto di scendere ed ha scelto noi sicuramente ha visto in noi terreno fertile per vivere e crescere 🙂 Siamo grati e felici:-)

  5. Ely è vero bisognerebbe ascoltare il cuore…ma la mia paura più grande è di fare una scelta egoistica nel volerlo! La paura è di non riuscire un domani a farli crescere non dico nel benessere, ma neanche nel sacrificio totale…razionalmente mi rendo conto che tutti i miei dubbi girano solo intorno ai problemi economici, a cose materialie e troppo spesso mi dimentico a cosa significherebbe donare alla mia bimba un affetto per la vita! E se poi invece lei mi rinfaccerà di non poterle permettere certe cose un domani perchè non potro’ economicamente…..e mi dicesse..”sei tu che l’hai voluta mica te l’ho chiesta/o io”? Scusa devo dare l’idea di essere un pò toccata…ma credimi non è così..è solo la mia testa che frulla frulla frulla!

  6. ho una bimba deliziosa di 8 mesi..vorrei tanto mettere in cantiere il secondo..che dite aspetto il prossimo anno???

  7. E’ difficile risponderti: l’impatto sarà comunque notevole, la fatica moltiplicata ma anche la gioia.

    In bocca al lupo.

  8. @Giuseppe: qui non c’è niente di copiato… e su pianetamamma ci hanno semplicemente citato male…

  9. A tutte piacerebbe avere almeno due figli, e a tutte piacerebbe ascoltare il cuore, ma quando lavori 8 ore al giorno, e non per fare carriera ma per mantenere l’unico figlio, il mutuo ecc., sarebbe un po’ egoistico costringere entrambi a sacrifici economici e a dividere il tuo tempo per entrambi…beate le mamme che possono stare a casa a curarsi i loro bambini!!

Leave a Reply