ANPI: il nuovo sito

anpi_home_page.png

E’ andato online il nuovo sito dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia). Lo dico con orgoglio e commozione non solo perché ho modestamente contribuito con la foto della bambina che depone i fiori ma anche perché lo spirito con qui è stato ricostruito il sito sa di rinnovamento e di sguardo in avanti. Un’aria positiva, non solo informaticamente parlando, di cui oggi c’è un gran bisogno.

Le idee fondanti del progetto sono state quelle di portarsi le competenze in casa facendo tutto con le proprie forze ma sfruttando la collaborazione sulla rete e avvalendosi di solo software open source (WordPress 3, che andrebbe citato linkato nell’articolo sul nuovo sito).

Questa impostazione apre canali di collaborazione e conoscenza con la nutrita schiera di noi blogger maniaci wordpressisti e non. Considerazione ovvia per chi è del giro, per niente scontata per un utente meno informatizzato.

Per il momento l’ANPI ha aperto un canale Facebook e uno su Twitter. L’aspettiamo a breve su FriendFeed, a questo punto!

25 aprile

Un bacio per il mio ragazzo

Come ogni anno ci si incontra all’angolo del Nettuno, dopo aver camminato per una Bologna che si riempie di corone d’alloro.

Folla composita, giovani, vecchi, fazzoletti dell’ANPI. Alzabandiera, picchetto d’onore, gonfaloni (nota agli organizzatore: la musica de Il Gladiatore per favore no).

Cesare chiede “ma dove andiamo”?

E noi: “a salutare i Partigiani”.

A transenne aperte, quando la piazza riempie di gente, durante il bel discorso sulle tappe della Costituzione, vedi la gente che viene a vedere le foto del monumento, appese sul muro delle fucilazioni che un tempo portava la dicitura posto di ristoro per partigiani.

Negli sguardi dei vecchi, nelle carezze delle donne e nel trotterellare dei bambini c’è tutto il 25 aprile. Il punto di contatto fra il racconto e la realtà.

Fiori freschi

Come al solito in questi casi mi trovo meglio con le immagini. Vi invito a vedere le quasi 70 foto che ho pubblicato su Flickr.

P.S.: ultima nota per gli organizzatori: le carrucole per l’alzabandiera andrebbero messe oltre l’altezza bambino… abbiamo rischiato di dovere dare imbarazzanti spiegazioni per una tricolore a mezz’asta. 🙂

Paria dei Cieli

Paria dei Cieli

Originally uploaded by BolsoMan [hanfed].

Una foto che tenevo in stagionatura dall’anno scorso, quando accompagnando Ulisse al Nido sono quasi inciampato in questa bambola china sul prato bagnato di rugiada.

Non ho cambiato universo ma il pensiero è andato subito a due grandi maestri: Isaac Asimov, autore del romanzo Paria dei cieli (Pebble in the Sky) e Karel Thole che ne ha illustrato l’indimenticabile copertina in edizione Urania.

Update: la prima edizione Oscar Mondadori aveva la stessa copertina, senza il tondo di Urania. In effetti è quella che mi ricordavo, grazie, Vinci.